Cioccolatini Star Wars – una recensione degli stampi

starwars_chocolate

Cioccolatini Star Wars, chi non ha sognato di mangiarsene uno? chi ha potuto vagare nel settore stampi di silicone della Kotobukiya dedicato alla saga più famosa della storia della fantascienza sicuramente s’è fatto le sue idee ma c’è stato un periodo che girava parecchio su fb una bellissima foto di una Morte Nera ripiena come un mon chéri.

Qual’è il problema allora? Due cose, anzi tre.
Ma pure non volendo calcolare che lavorare il cioccolato come si deve è un’arte che richiede dedizione, esperienza ed un dannato termometro per cioccolato c’è da dire che questi stampini hanno un costo non indifferente ed un’ utilità limitata.

Questa naturalmente era la voce del buon senso, che s’è scontrata più e più volte con quella vocetta che ha riempito un intero mobile di oggetti di “indubbia e insostituibile utilità” per la cucina (e che assomiglia curiosamente alla vocina che cinguettava davanti al banco della Chessex dice a Lucca Comics… chissà come mai) e finalmente sono riuscita a combinare un regalo con un rivenditore affidabile ed economico: Hamee JapanVisto che io ci ho messo diversi giorni a confrontare tutte le possibilità offerte fra ebay, amazon italiano inglese e americano mi permetto di consigliarvelo per tre ottimi motivi: prezzi conenuti, costo di spedizione che non varia al variare degli oggetti acquistati e grande serietà.
Io ho ricevuto i miei stampi dal Giappone in meno di due settimane e se volete vedere com’è andata vi consiglio di saltare il break ^_-

Stampi_star_wars

Ecco qui il mio tessssssoro, i miei stampi star wars. Ah si e un uovo.
Se vi state chiedendo perché, è solo che quest’uovo decorato (che viene da Praga e ha passato i 20 anni, quindi definiremo uovo di livello epico) era la prima cosa che mi è capitata sotto mano per fare capire la dimensione reale di questi stampi. In effetti quando li ho ricevuti ci sono rimasta male, non so come ma dalle foto me li aspettavo grandi almeno il doppio invece sono piccoli e pieni di dettagli.
Sotto hanno tutti un’intricata rete di supporti che permette di avere forme perfette senza schiacciamenti di sorta, niente da dire sulla qualità anzi.

death_stars_chocolate_workinprogress

La prima cosa che ho capito è che per quanto non sia obbligatorio è altamente consigliabile spruzzare un po’ di distaccante per teglie (una miscela di oli vegetali) e pulire gli eccessi con un pezzo di carta da cucina. Non tanto per il Millennium Falcon ma la Death Star mette a dura prova le unghie e le dita a ogni passaggio.

Secondariamente se non si prevede di fare un’unica colata (e un blocco da 130g circa di cioccolato puro potrebbe essere un po’ eccessivo) è bene tenere gli stampi in congelatore 10-15 minuti prima di usarli.

Il cioccolato (da me fuso in forno a microonde con 2 minuti a 300w e 15 +15 secondi a 750w) dovrà essere a temperatura corporea o quasi (se versandone un po’ sul dito appare appena caldo va bene) per evitare che si crepi.

Per riempire non va bene la nutella (o analoga pasta di nocciole e cacao, mandorle, pistacchi etc) allo stato naturale perché tende ad allargarsi e non permette alle due metà della sfera di saldarsi (una gran gioia per gli amici che spazzolano gli esperimenti ma meno per voi).
Così ho preparato delle palline ripiene con saporitissime nocciole tostate (sempre della mitica Lella Saggese)  e le ho messe a congelate. Il primo tentativo come potete vedere non è venuto alla perfezione ma era abbastanza solido da fungere allo scopo.

death_star_chocolate_workinprogres2

Questo invece è il risultato della crema cioccolato e nocciole con due nocciole sane all’interno dopo un’ora di freezer nello stampo Wonder Pops della silikomart. Molto meglio vero? In assenza di uno stampo tondo potreste provare con quello da cubetti di ghiaccio, purché sia di silicone o impazzirete ad estrarlo. Oppure in un sacchetto.

starwars_chocolate_mistake

Un altro piccolo errore di percorso è stato lasciar raffreddare troppo il cioccolato (mi si era rotto il conetto di carta) con il risultato che non è riuscito a riempire completamente lo stampo…
Mi sento quindi di consigliare, assolutamente, una miscela con 4/5 di cioccolato nero e 1/5 al latte o addirittura bianco (rendono il composto un po’ più fluido) e l’uso di una sac à poche (magari in silicone, riutilizzabile) per poter iniettare con la giusta pressione il cioccolato nello stampo.
Il Millennium Falcon al cioccolato bianco all’arancia con i pistacchi tostati (non salati) al centro invece erano buonissimi e perfetti, ma mi servivano per non far rotolare la death star ^^”

r2-d2-chocolate-mistake

Altro tipo di problema l’hanno dato questi R2-D2 di cioccolato bianco aromatizzato all’arancia ripieno di pistacchi tostati e non salati (una goduria).
Il primo è la precisione dei bordi (meglio passare con una spatola prima di mettere a raffreddare) ma quello grave sono i piedini: sporgono parecchio e se non ci si sta attenti nell’estrazione si spezzano facilmente.
Ah si, non usate il color oro per il cioccolato bianco, risalta pochissimo e lo ingiallisce.

chocolate_alien

Ultima prova è stato lo stampo Big Chap, la capoccia dello Xenomorfo di Alien con ottimo cioccolato al latte. Lo stampo permette di realizzare 3 coppie di metà perfettamente congiungibili ma l’operazione non è semplice quanto può apparire. Occorre una certa precisione (e la spatola, che io non ho usato) per avere bordi adatti ad essere uniti senza grosse sbavature, ma il risultato è impressionante in ogni caso. non vedo l’ora di usarli per guarnirci dei cupcake (si un face hugger sarebbe stato più carino, ma non esiste uno stampo adatto)

death-star-inside

Non è una luna, quella!

Ricapitolando sono soddisfatta? Sicuramente si, non è bellissimo l’ R2-D2 che sbircia terrorizzato il suo compagno sacrificato alla foto?
E la Morte Nera di cioccolato con due nocciole è venuta benissimo (però non ho potuto fotografarla quella). Però mi sento di consigliare chiunque voglia imbarcarsi in analoga impresa di mettere in conto molto tempo, calma pazienza e cioccolato (ne rimane sempre troppo nella coppa, nella siringa, sulle mani, nella bocca… ops!)

Ribadendo che NON sono un mastro cioccolataio e che questa era la mia prima esperienza, vi elenco passaggi e consigli che mi sento di dare dopo 2 giorni passati immersa nel cioccolato fino ai gomiti (e non è un modo di dire, fidatevi)

Starwarsgold

Consigli per i cioccolatini Star Wars ripieni

  • passate una spruzzata leggera di distaccante sugli stampi (specie la Death Star) e ripulite gli eccessi con la carta da cucina
  • se volete aromatizzare il cioccolato versate 1-2 gocce di aroma e mescolate. Potrebbe far cambiare la consistenza del cioccolato quindi meglio provare poco alla volta.
  • per il color oro spruzzate del colorante per alimenti (a base alcolica) nello stampo star wars id silicone
  • tenete gli stampi in freezer per 15 minuti prima dell’uso
  • versare due cucchiaini di cioccolato fuso a temperatura corporea (o quasi) negli stampi star wars e ruotarli per ricoprire tutte le pareti. ripetere l’operazione (specie se state facendo uno strato di cioccolato bianco e pensate di seguire con fondente, come ho fatto per il Millennium Falcon)
  • mettere di nuovo in freezer per 5-10 minuti
  • aggiungere il ripieno di frutta secca o di pasta di cioccolato e nocciole precedentemente congelato, poi aggiungere il restante cioccolato
  • livellate il cioccolato fuso negli stampi con una spatola
  • usate una sac à poche per riempire lo stampo death star
  • fate raffreddare 5-10 minuti in freezer e poi eventualmente altrettanti in in frigorifero
  • non togliere dallo stampo della morte nera dopo più di 15 minuti o nel caso lasciatelo intiepidire a temperatura ambiente
  • non passare dal freezer a temperatura ambiente direttamente per evitare il formarsi della condensa.

In conclusione spero che la mia recensione degli stampi per Cioccolatini Star Wars vi sia piaciuta e vi risulti utile, io sicuramente continuerò a sperimentare e vi terrò aggiornati e, per ora, sono contenta di aver fatto dei bei nerd regali pasquali ai miei amici.

Come sempre per domande commenti o per mostrare le vostre creazioni contattatemi qui o sulla pagina facebook di Sweet&Geek, vi risponderò appena possibile!

Comments

2 thoughts on “Cioccolatini Star Wars – una recensione degli stampi

  1. Ciao,

    Abbiamo visitato il tuo blog e pensiamo che contenga delle ricette fantastiche e le foto molto carine! Per questo motivo vogliamo invitarti a far parte della nostra community registrandoti sul nuovo sito di cucina in lingua italiana.

    Vediamo come funziona brevemente. Gustosa Ricerca è un sito creato per i blogger di cucina e per i loro fan. Il sito scarica automaticamente le ricette dal tuo blog e le inserisce nel nostro database, poi i lettori del blog possono salvarle nei loro ricettari virtuali.

    Tutti possono far parte della nostra community gratuitamente.

    Per saperne di più visita il nostro sito:
    http://gustosaricerca.it/

    Per aggiungere il tuo blog al nostro database registrati cliccando qui:
    http://gustosaricerca.it/account/register

    “Gustosa Ricerca” è la versione italiana del nostro sito principale chiamato “Mikser Kulinarny” e operante in Polonia. Il “Mikser Kulinarny”ha una vasta base di fan (oltre 2 milioni di visualizzazioni uniche) e con il sito “Gustosa Ricerca” vogliamo ripetere questo successo ed attrarre migliaia di nuovi lettori al tuo blog.

    Se hai domande non esitare a contattarci.

    Saluti.

    • Grazie dell’offerta, ma preferisco pubblicare le mie ricette su motori di ricerca che rimandino al mio blog piuttosto che disperderle su altri siti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.