Torta Star Destroyer – Torpediniera Stellare

 

Torpediniera-Stellare11

Normalmente mi occupo solo di dolci. Normalmente. E non apprezzo troppo l’artifizio di farli illuminare ed in generale di usare parti non commestibili.
Ma il creatore della torta Star Destroyer – Torpediniera Stellare che dir si voglia, è riuscito ad affascinarmi. Forse per è vero che gli opposti si attraggono.
Forse vedere tutta la cura (e la follia) che dedico a progettare le mie torte applicata ad una base per le medesime mi ha definitivamente conquistata o semplicemente apprezzo il genio.
Fatto è che al signor Lorenzo Wood va tutta la mia stima e rispetto e per la festa del papà ho scelto la sua creazione come egregia rappresentante di “torte per veri uomini” 😀
Se siete curiosi di vedere altre foto e di capire come questa astronave possa illuminarsi ed i reattori essere così realistici (QUI il video) non vi resta che proseguire 🙂


Torpediniera-Stellare12

La prima cosa che c’è da dire è che il creatore di questo capolavoro di ingegneria applicata ai dolci ha messo online tutti i file, gli schemi, tutto. Li potete trovare a partire da QUI:

Torpediniera-Stellare10

Secondariamente è che lui ha progettato e realizzato tutto, base in plexiglass inclusa. Plexiglass da 1 cm per essere precisi. E qui tutto deve esserlo fidatevi. La Torta in sé per sé diventa un giocattolino, pan di spagna, crema di burro e due togo rivestiti di pasta di zucchero e via.. In confronto ovviamente.

Torpediniera-Stellare01

Per chi a questo punto non sapesse di che stiamo parlando, lo S

tar Destroyer è l’incrociatore dell’Impero in Star Wars ed appare negli episodi 3, 4 e 5. In italiano è stato tradotto con la classe corrispondete, ovvero torpediniera stellare  o anche “caccia stellare”

Torpediniera-Stellare02

Ho tralasciato tutti gli schemi accuratamente disegnati in CAD per le sezioni necessarie, ma i reattori realizzato con una stampante 3d non so neppure io se siano più geniali o più nerd.

Posso solo dire…. uao. Che invidia!

Torpediniera-Stellare03

 

La base (che occhio, è concava verso il basso, mentre la parte superiore è piatta, anche se in fase di lavorazione la vedete alla rovescia) è realizzata in compensato da 6 e 3 mm.
la striscia di led color “bianco freddo” e con resistenza da 12V è stata ritalgiata e fissata alle paratie interne. L’interruttore e le batterie saranno messe al centro, questo vuol dire che una volta chiuso questo “vassoio” va lasciato acceso a meno che non riusciate a raggiungerlo dai “vani di aggancio inferiori”.

 

Questo qui sotto è un circuito, un progenitore di una scheda, un accrocchio, un qualcosa che si usava fino a 30 anni fa, ma che torna utile in questo caso.
Io sollevo le mani e cedo il posto a chiunque ne capisca più di me in fatto di elettronica (probabilmente anche Paperoga ne capisce più di me. Anzi, non probabilmente, sicuramente paperoga è un genio dell’elettronica se confrontato con me >.<)

Torpediniera-Stellare04

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torpediniera-Stellare05

Torpediniera-Stellare06

Ed ecco come si presenta la base della torta Star Destroyer prima di essere chiusa  e montata sul suo supporto.

Torpediniera-Stellare07

Torpediniera-Stellare08

Ed eccola finita (con i morsetti perché stava finendo di asciugarsi :D)e montata sul suo supporto  Non manca che rivestirla con un foglio di carta alimentare (o pellicola alimentare) e si, ovviamente, aggiungere la torta ^_^
Una piccola nota divertente è che il risultato è circa il 30% più grande di quanto non fosse stato preventivato e la cosa mi conforta molto considerando che anche a me succede, sempre!
Se nonostante ciò che avete visto (o proprio grazie a questo) vorretecimentarvi nell’impresa vi rimando alla galleria fotografica del creatore

Via  Lorenzo Wood

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.