Tutorial Cake Pops Piante Piranha

ccpiranhaplants00

Appena ho visto il bellissimo Tutorial Cake Pops Piante Piranha su cakecrumbs ho capito che avrei rimandato per l’ennesima volta la recensione della torta 20.000 leghe sotto i mari, i tutorial e le ricette in arretrato.

Niente è più forte di me, devo partire con questa traduzione , dovete apprezzare tutti il livello di maniacale follia (e genialità) di questa cake designer.

Purtroppo questo tutorial unisce tre cose che io adoro: Super Mario, un dolce completamente commestibile e realizzabile praticamente senza attrezzatura.

Curiosi di vedere come? saltate il break ^_^

ccpiranhaplants000

ccpiranhaplants01

Come sempre cliccate sulle immagini per vederle ingrandite.

Cosa occorre per il Tutorial Cake Pops Piante Piranha

  • una torta/muffin avanzati
  • ganache di cioccolato (cioccolato fuso con panna in parti uguali circa)
  • brownie (o altri biscotti al burro o altro dolce avanzato)
  • stuzzicadenti
  • cioccolato colorato rosso e verde
  • pasta di zucchero bianca
  • TANTA PAZIENZA

E poi non dite che non vi avevo avvisato ^_-

Come prima cosa occorre mescolare la torta/i cupcake sbriciolati con la ganache. Purtroppo questi passaggi si fanno ad occhio, dipendono da troppi fattori (primo fra tutti il dolce di partenza), ergo neppure l’autrice del post originale fornisce dosi. Contando che comunque si induriranno una volta al freddo, io vi consiglio di smettere di aggiungere ganache appena l’impasto risulterà lavorabile senza sbriciolarsi.

Una volta fatte le palline e ritagliato quelle che saranno le bocche mettete i cake pops in frigo e sciogliete il cioccolato bianco

ccpiranhaplants02

Ora anche se l’autrice non lo dice, per avere un cioccolato bianco così colorato il sistema ideale è ricorrere al candy melts (Wilton o qualche marca affine).
In Italia non sono molto comuni però per cui il suggerimento è quello di sostituirlo aggiungendo colorante alimentare in polvere al cioccolato bianco.

In polvere tenetelo a mente, quello in gel (parlo per esperienza personale) tende a far addensare il cioccolato bianco in maniera buffa e decisamente poco pratica.

ccpiranhaplants03

Dopo aver coperto per bene tutto il cake pops rigiratelo per far scolare bene il cioccolato. Batterlo sul bordo della coppa potrebbe causare la rottura della pallina. Inoltre  (aggiungo io) è bene che il cake pops sia fresco ma non troppo freddo ed il cioccolato fuso ma non bollente per evitare crepe in fase di raffreddamento

ccpiranhaplants04

Una volta pronti (e ci sarebbe da dire: coprite prima lo stuzzicadenti con il cioccolato rosso) metteteli a raffreddare. Un blocco di gommapiuma è l’ideale (secondo lei. io direi polistirolo alimentare, considerando che poi quegli stuzzicadenti andranno a contatto con il cibo)

ccpiranhaplants06

Questi sono i brownies (i biscotti non i folletti) sbriciolati e impastati.
Per chi non li conoscesse, si tratta di biscotti adatti a far cantare il requiem alle arterie semplicemente annusandoli. Sono così gravidi di drassi da poter essere impastati anche “a crudo”.
Poi va aggiunta tanta ganache quanto ne occorre per renderli completamente lavorabili. In caso non ci siano i brownie io suggerirei di fare un mix di biscotti, burro fuso (come per le basi delle cheesecake) e un coccio di ganache di cioccolato)

ccpiranhaplants09

A questo punto occorre ricavare con questa massa compatta e solida dei cilindri. Con l’ausilio di stampi o, io mi sento di suggerire, con l’immortale tecnica del salame di cioccolato (impastate un tubo e poi una volta freddo tagliatelo con una mannaia molto affilata ridendo sadicamente. La risata è molto importante, lo terrorizzerà a morte convincendolo a non “schiacciarsi” nè sbriciolarsi per evitare che gli capiti di peggio)

ccpiranhaplants11

Bisogna poi stendere l’impasto di biscotti avanzato in uno strato di circa 0.5 cm (su una superficie di marmo o sulla carta forno)

ccpiranhaplants12

E poi ritagliare dei  dischetti poco più larghi dei “vasi” che ci serviranno a ricreare il bordino.

ccpiranhaplants13

Ecco qui come dovrebbe risultare alla fine. Lasciate raffreddare in frigo la base prima (l’autrice dice almeno mezz’ora in freezer) e dopo averla infilzata (questo lo suggerisco io) Una nota dall’autrice: attenti a non pigiare dalla “pianta” mentre inserite lo stuzzicadenti o potreste distruggere il lavoro fatto fino ad ora.

ccpiranhaplants14

E’ il turno del vaso per essere ricoperto di cioccolato. La cake designer di cakecrumbs dice di aver usato 2 parti di verde e 1 di giallo per ottenere il colore dei tubi di Super Mario e raccomanda di abbondare col cioccolato. Circa 300g per 6 vasi.

ccpiranhaplants15

Una volta scolato l’eccesso di cioccolato appoggiate la pianta piranha su una superficie di marmo o sulla carta da forno, premendo gentilmente affinché si formi la base ed il risultato finale sia stabile

ccpiranhaplants16

Segue la parte più lunga e noiosa di tutto il Tutorial Cake Pops Piante Piranha ovvero appiccicare i pallini ed i dentini. In questo caso è stato usato un poco di cioccolato fuso e l’autrice, col senno di poi, assicura che la prossima volta i pois li farà con la glassa reale. Secondo me il risultato non sarebbe ugualmente buono

ccpiranhaplants17

Che carini i dentini *_* Anche se penso preferirei infilarli con il cioccolato ancora leggermente morbido e tentare la sorte piuttosto che attaccarli disciplinatamente alla fine

Fra l’altro per usare il cioccolato fondente come collante ci vuole una certa precisione o si finisce per sporcare tutto con delle impronte appiccicose. Conoscendomi dovrei usare una pinzetta e mini-spatola / pennellino o rinunciare in partenza all’idea di pois bianchi

ccpiranhaplants20

Alcune foglie sono semplicemente fatte con il cioccolato fuso avanzato e la sac à poche altre invece in pasta di zucchero ed incollate

ccpiranhaplants19

Sicuramente non è una lavorazione semplice ma il risultato è spettacolare, sembra davvero una di quelle maledette piante piranha che saltavano sempre fuori nel momento meno opportuno, tipo quando ci restavano una manciata di secondi per non far morire il povero Super Mario e dannazione, dovevamo entrare proprio in *quel* tubo.

ccpiranhaplants18

Con la bocca chiusa sembra che sorrida vero? ^_^

ccpiranhaplants21

Ed ecco due foto dell’interno. Come potete notare la base è molto più compatta e solida, adatta a sostenere le oscillazioni dello stuzzicadenti senza spaccarsi.

ccpiranhaplants22

Bene, spero che il Tutorial Cake Pops Piante Piranha vi sia d’aiuto ed ispirazione.

Io credo fermamente che con al massimo una prova preliminare, sia alla portata di tutti. Certo lungo e da fare i più passaggi ma non impossibile.

Se qualche passaggio non è chiaro, per dubbi e commenti scrivete come sempre qui o sulla pagina fb ^_^

(Via cakecrumbs )

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.