Buon San Patrizio di gelatina al limone

sanpatrizio

 

Auguri a tutti, leprecauni e non, da parte della vostra  “Mistress of Cake” ^_^
Per rimanere in tema avevo intenzione di fare un cubo gelatinoso irlandese. Il cubo ha avuto qualche inconveniente tecnico (ha letteralmente digerito le armi e le ossa (di toffee) che avevo posto all’interno ç_ç)

Così ho ripiegato su un delizioso prato di gelatina al limone (perchè la menta era troppo banale e poi avevo degli ottimi limoni bio e la ricetta datami da una signora siciliana che è favolosa 😉 ) con dei quadrifogli che è adatto a tutti in quanto non contiene glutine, lattosio né alcun derivato di origine animale 🙂 [in caso di problemi alimentari controllate per bene la composizione delle caramelle]
Farlo è semplicissimo bastano:

 gelaitnalimonesweetandgeek01

Ingredienti:

  • 6 limoni succosi
  • 1 arancia
  • 130-150g zucchero
  • 25-30g di gelatina in fogli /colla di pesce (5-6 fogli)
  • 10g cointreau
  • acqua
  • uno stampo (meglio se di silicone)
  • colorante (opzionale)
  • 1-2caramelle toffee (per i quadrifogli)
  • coltello *_*

gelaitnalimonesweetandgeek02

Step 1:

  • mettete in ammollo la colla di pesce e segnatevi il peso della coppa che conterrà il succo
  • spremete i limoni e l’arancia e filtratene il succo, meglio se avete un filtro di carta adatto allo scopo. Tutto semplice, magari non fate come me che arrivata al terzo limone sono andata a cercare se avevo uno spremiagrumi elettrico
  • aggiungete il cointreau
  • calcolate quanto pesa il vostro succo “alcolizzato” Se non vi siete ricordati di fare la tara ora scoprirete perché avevo detto di segnarvi il peso della coppa (Potete giocarvi al lotto questo numero)

gelaitnalimonesweetandgeek03

 

Step 2

  • Calcolate quanta acqua dovreste aggiungere al vostro succo “alcolizzato” per arrivare a 500 o a 600g (insomma, fate la sottrazione 600-peso succo)
  • prendete questo peso in acqua, fatela bollire, spegnete, scioglieteci i fogli di gelatina.
  • aggiungete lo zucchero sempre all’acqua calda

gelaitnalimonesweetandgeek04

Non rimane che unire l’acqua zuccherata (e con la gelatina) al succo alcoolizzato, mescolare bene, aggiungete il colorante se necessario (nel mio caso 4 gocce di verde, ma la prossima volta inizierò con 1/2) e mettete nello stampo. Poi in frigo, volendo, 10 minuti in freezer per accelerare il processo ed attendere da 1 a 4 ore a seconda delle dimensioni dello stampo.

E voilà la gelatina è pronta

Per fare il prato basta tagliarla a cubetti più o meno piccoli

Tips&Triks
Le caramelle toffee con il calore delle mani diventano lavorabili esattamente come la plastilina… dopo un po’ possono risultare appiccicose ma è sufficiente fare una pausa e/o ungersi le mani col burro.

Il cointreau esalta il sapore degli agrumi, in questa dose l’alcool non è assolutamente percepibile per cui non eliminatelo!

gelaitnalimonesweetandgeek05

 

Ed ecco qui 🙂 Un’idea velocissima e buona molto molto buona, per un centro tavola di San Patrizio, una merenda a tema fresca e priva di grassi o… tutto ciò che la fantasia potrà suggerirvi 🙂
Occhio che la gelatina al limone non è particolarmente dolce, anzi, è molto rinfrescante, assai simile alla limonata. Se non amate l’aspro aggiungete altro zucchero o aumentate la dose di arance.§

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.