Crema yogurt light – alla frutta – senza panna – labneh alla frutta

crema yogurt light alla frutta

Crema yogurt light, la risposta a tutti voi che volete:

  1. una crema alla frutta ma non sapete dove comprare i preparati per dolci
  2. deliziosi dessert a prova di negato
  3. un frosting per cupcake fresco e non stucchevole
  4. una farcitura frescasenza bisogno di stare ai fornelli
  5. una crema golosa ma senza sensi di colpa per la dieta
  6. una crema senza uova e naturalmente light
  7. una crema soda senza glutine nè colla di pesce e che regge anche fuori dal frigorifero.
  8. avete provato la camy cream solo per chiedervi che ci fosse di così speciale
  9. avete sempre voluto una crema al cocco o una crema alla banana senza riuscire nell’intento.

Non credete sia possibile? Nemmeno se vi dico che quelli nella foto sono deliziosi bicchierini al cocco il cui ripieno è stato ottenuto senza mai accendere un fornello?
Allora saltate il break per scoprire gli ingredienti della crema yogurth light alla frutta, la mia nuova ossessione (culinaria) dell’estate.

crema-yogurt-ingredienti

Ecco a voi il necessario per ottenere dell’ottima crema yogurt light alla frutta.
Avete mai sentito parlare del labnehil formaggio spalmabile che si ottiene dallo yogurt? perfino chi come me non frequenta i gruppi di autoproduzione potrebbe essersi imbattuto in questa semplice tecnica che consiste nel condensare( ed eventualmente far maturare) dello yogurt variamente addizionato per ottenere un formaggio molto simile al philadelphia. Ebbene la crema yogurth light si basa sullo stesso principio e potremmo definirla un labneh alla frutta,

Ingredienti crema yogurt light alla frutta (dose per decorare 5 cupcake)

  • 500g yogurt alla frutta
  • 1 pizzico di sale
  • pezza di stoffa pulita bianca

In pratica dovete assicurarvi che la pezza in questione non abbia residui di sapone o altro, facendola bollire per 10 minuti. Scegliete un colore neutro perchè il colorante per stoffa a contatto col cibo potrebbe trasferire  tracce di colore e sostanze chimiche assortite (ovviamente io non avevo ancora un panno totalmente bianco per cui non badate alla mia foto. insomma fate quel che dico e non fate quel che faccio ok? ).
Una volta fredda potrete iniziare

crema-yogurt-light-procedimento

Aggiungete il pizzico di sale allo lo yogurt alla frutta e poi ponetelo nella pezza pulita.
Fatene fagotto e appendetela in modo che possa scolare, un’oretta fuori dal frigo e poi una notte in frigorifero se la temperatura lo permette, altrimenti solo in frigorifero. Raccomandabile svuotare il contenitore dal liquido dopo la prima ora e poi a metà via.
Personalmente ho appeso lo yogurt, pentola e tutto in frigorifero per 12-18 ore ottenendo una crema alla frutta molto soda ed abbastanza asciutta.  E se mi servisse più morbida? Don’t Panic, basta aggiungere un cucchiaino o due di latte/panna!

crema-yogurt-light-finita

Trascorsa la notte aprite il vostro strofinacci: vi troverete all’intero una crema setosa, densa e profumatissima. Dopo di che urlate “SI…. PUÓ…. FAREEEEEEEEEEE” per festeggiare l’incredibile risultato a fatica zero

Se le foto potessero rendere gli odori la vostra stanza sarebbe invasa dal profumo di frutta del mio secondo esperimento con la crema yogurt light. Per il sapore… a me ha ricordato  il fruttolo (ma non sono affidabile, non ne mangio da decenni) alcuni gusti conservano una punta di aspro che scompare accostata ad altri dolci (come nel caso della crema light al cocco nei bicchierini con base di cioccolato=. Quanto alla consistenza,,, il frosting più setoso che possiate immaginare, ma solido come una bavarese corposa.

A questo punto potete trasferire la crema alla frutta  in una coppetta o direttamente sul vostro dolce e fare un figurone con gli amici senza aver mosso un dito  (almeno fino a che non vi toccherà lavare il panno)

crema-yogurth-pronto

 

Fino ad oggi le creme di yogurt light alla frutta che mi hanno dato maggiori soddisfazioni sono state: fragola, cocco, banana e frutti di bosco. Albicocca e limone invece sono risultati troppo delicati.
Ho anche provato diverse marche di yogurt ed al momento quella con miglior rapporto qualità-prezzo è risultata la “vipiteno2 ma anche la “milk” non è male. Altre invece sono risultate troppo liquide o dal sapore scipito.

Non cito ovviamente famose marche che invitano a pratiche lussuriose con il sapore per il semplice fatto che spendere così tanto per una crema non mi è nemmeno passato per l’anticamera del cervello (tenete conto che normalmente uso almeno 2kg di yogurt a volta).

Bene il tutorial su come preparare la crema yogurt light alla frutta è finito, come vedete è veramente semplice e occorre solo organizzarsi per tempo. Non vi rimane che sbizzarrirvi con gli esperimenti per trovare la consistenza ed il sapore ideali.
Come sempre per dubbi, curiosità, o per condividere le vostre ricerche sul campo potete scrivere qui o meglio ancora potete scrivermi nei commenti sulla pagina fb di Sweet&Geek.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.