Tartine Ragno – Antipasti Halloween

Antipasti halloween  Tartine ragno

Dopo un post di antipasti halloween selezionati per voi dal web ho deciso di proporvi qualche mia reinterpretazione personale.

Ok il merito è anche dei ragazzi di StayNerd (di cui sono  “Sweet” Contributor ) che mi hanno chiesto di inventare qualcosa di originale per questo halloween. Così ecco a voi le mie  Tartine Ragno, che poi altro non sono che il mio antipasto preferito riadattata al periodo.
E’ una ricetta a prova di negato e molto gustosa, ma avrete il coraggio di papparvele?
Se siete temerari o semplici curiosi in cerca di un’ottimo antipasto vegetariano con cui fare un figurone a fatica zero, saltate il break !

tartine-ragno - come farle

Cosa occorre? Non molto, l’unica cosa importante è avere in casa un forno e delle vaschette tonde di alluminio, pirottini di silicone  stampo per muffin e ovviamente un po’ di pazienza!

Ingredienti Tartine Ragno

  • pane da tramezzini (bianco senza bordi)
  • mozzarella (già scolata)
  • scamorza/fontina/asiago
  • passata di pomodoro
  • origano
  • olive nere denocciolate (circa 2 per tartina)

Come prima cosa conviene tagliare a metà le olive per lungo, da una metà si ricava il busto e dall’altra, a seconda della dimensione , 4-8 lunette che saranno le zampe del ragno. A parte ricavate un pezzettino per la testa.

Dopo di che si spiana con il mattarello (o una bottiglia di vetro ben lavata) il pane da tramezzino e con un coppapasta (o un bicchiere ben grande) di circa 8 cm di diametro (poi dipende dal vostro stampino) si ricavano le basi delle tartine. Io uso quello esagonale perché dà una forma simile ad un fiore, se avete un tagliapasta a forma di fiore meglio ancora, ma anche un semplice tondo andrà bene.

Questi dischetti di pane da tramezzino saranno abbastanza elastici da essere infilati e leggermente ripiegati nelle forme. Andate con cautela senza romperli, non devono essere perfetti alla fine. Poi farciteli con la mozzarella tritata sottile, un formaggio un po’ più saporito ed un cucchiaino di passata ciascuno, con una spolverata di origano finale (o se non lo avete, un pizzico di sale)

A questo punto non resta che infornare, io ho preferito fare 10 minuti a 160° e due a 180° per essere sicura che il formaggio fondesse nonostante il fornetto piccolo che brucia tutto. Ma di solito 8 minuti a 180° in un forno normale possono bastare, l’importante è tenerli d’occhio levandoli quando le punte iniziano a dorarsi.

Una volta tolti dal forno controllate che il pane si sia ben tostato sollevando un poco una tartina e se è tutto a posto componete rapidamente i ragnetti: nel formaggio fuso vi daranno meno problemi. A questo punto non resta che far raffreddare il tutto, togliere dalla teglia e servire.

Se avete amici che non possono mangiare formaggio niente paura! Potete cuocere la tartina vuota e poi metterci del patè di tonno, tonno e maionese, oppure ancora metterci zucchine trifolate o una bella crema di zucchine e zafferano. Le fate a tocchetti, le cuocete in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio, rapida rosolata e poi via con coperchio chiuso, aggiungendo un goccio d’acqua se proprio serve. Poi all’ultimo si aggiunge dello zafferano e, se non ci sono vegani in giro, un po’ di grana, poi si leva l’aglio e si frulla tutto.

tartine-ragno-04

 

Questo è il risultato, al di là del fatto che io palesemente non so fare fotografie vi assicuro che le tartine ragno sono buone e scenografiche. In più tutti scambiano la base per pasta brisè o addirittura per pasta fillo, nessuno si accorgerà che avete usato semplice materia prima da supermercato!

Bene spero che questa idea per antipasti halloween vi sia utile e  che le mie tartine ragno possano aiutarvi a far saltare qualche ospite particolarmente schizzinoso.
Come sempre per dubbi, suggerimenti o per mostrarmi la vostra versione potete scrivere qui o sulla pagina fb di Sweet&Geek vi risponderò il prima possibile!

 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.