Fracoccoli – dolci delle principesse

fracoccoli-00

Con colpevole ritardo ecco a voi i Fracoccoli – dolci delle principesse, ritratti in tutto il loro splendore sotto il sole di agosto (si agosto, che c’è? l’avevo detto che ero in ritardo no?).
Dicono che questi dolci cocco e fragola sono i migliori che io abbia mai creato nella pasticceria secca, secondo me se la giocano coi cupcake alla guinness con il vantaggio di essere veloci da fare, economici, dietetici e quasi privi di colesterolo (solo 3% di grassi di origine animale e 5% portati dal cocco)
Come abbinamento di sapori poi è già collaudato, forse ricorderete la mia adorata cheesecake cocco e fragole… ebbene loro sono anche meglio.
I fracoccoli sono ottimi da trasportare in un sacco, infatti hanno una “amatura”esterna bella croccante e dolce che protegge un cuore candido come la neve con queste nuvolette rosa che non possono non far pensare ad una principessa intenta a mangiucchiarli mentre intesse intrighi e si fa riferire dall’ultimo pretendente tutto ciò che sarebbe disposto a fare per lei. (si, lo so, le principesse del mio immaginario non perdono molto tempo a svenire qui e lì ed all’occasione indossano un’armatura e spiegano al mondo cosa ne pensano a colpi di spada)
Se poi vi state chiedendo come diamine mi sia venuto in zucca di dare un nome così carino a dei dolcetti (anzichp qualcosa tipo “dolci magri di cocco e fragole”) vi dico che il merito non è mio ma di tutti gli udenti della pagina facebook di Sweet&Geek che si sono impegnati a fornire suggerimenti per queste piccole delizie ^_^

Se nonostante i miei sproloqui siete interessati ad una ricetta di un dolce magro, senza uova, senza olio nè burro, veloce da fare, facile da trasportare e delizioso, saltate il break

fracoccoli-ingredienti

Ingredienti Fracoccoli – dolci delle principesse

  • 150g farina 00
  • 100g rapè di cocco (farina di cocco)
  • 250g zucchero
  • 250g ricotta
  • 1 cucchiaino essenza di bacca di vaniglia
  • 1/2 bustina di lievito
  • 80-100g fragole disidratate a pezzettini
  • 1 pizzico di sale
  • forno 150-160°

nella fattispecie le fragole disidratate le ho tagliate a pezzettini con la mezzaluna. Sono un ingrediente che uso molto, molto volentieri. Personalmente le trovo da Lella Saggese e la storia della frutta secca, il negozio di quella santa donna che sopporta i miei deliri creativi e mi lascia girare, assaggiare e sperimentare un po’ tutto. So che esistono alcune ditte che le producono già zuccherate però e le vendono confezionate nei supermercati, le mie invece sono al naturale. Nel caso non trovaste di meglio sperimentate levando un po’ di zucchero magari.
Non togliete in nessun caso troppo zucchero perché è lui che “estrae” l’acqua dalla ricotta e permette di impastare per bene i dolcetti.
Vi consiglio di prendere una ricotta un po’ asciutta (quelle in vaschette) o di lasciarla scolare almeno una notte.

fracoccoli-02

Il procedimento come vedete è moooooooolto difficile. Si mettono tutti gli ingredienti (tranne le fragole) insieme e li si impasta a mano. Quando si ottiene qualcosa della consistenza più o meno della pasta per il pane (a me viene puntualmente appiccicosa perchè la ricotta locale ha molta acqua rispetto a quelle confezionate) è ora di aggiungere le fragole disidratate.
Sentitevi liberi di aggiungere un poco di farina ma non esagerate.

fracoccoli-03

Ecco la stranezza dei fracoccoli: l’impasto si mette negli stampi a pizzicotti. Lievitando la pasta riempirà gli spazi vuoti.
Come consiglio spassionato vi do quello di usare una mano sola e cercare di distribuire al meglio le fragole… e se vi chiedete perché una sola mano, provate a immaginare cosa è successo quando mi hanno chiamato al cellulare ed io avevo l’impasto su tutte e due le mani =_=

fracoccoli-04a

Tenete a mente che i Fracoccoli necessitano di un forno delicato e non lievitano molto, anzi non crescono quasi per nulla in altezza, l’impasto si limita a riempire i vuoti quindi è il caso di riempire gli stampi (in questi caso di silicone) fino all’orlo.
Il forno dovrà essere a 150-160°  circa 20 minuti. controllate con uno stecchino ed in generale quando sono belli bruiti sopra con crepe più chiare, sono pronti.

fracoccoli-04

Se possibile fateli raffreddare nella teglia, altrimenti datevi cinque minuti per non morire ustionati e spostateli rapidamente su un piatto.

fracoccoli-01

Ed ecco qui i fracoccoli in tutto il loro splendore. Non vi preoccupate se le punte irregolari sembrano bruciacchiate, sono dolcissime e molto, molto saporite inoltre danno quell’aria rustica che ben si sposa con il gioco di ruolo dal vivo di ambientazione fantasy medieval-rinascimentale che sia.
In generale i fracoccoli sono dolci da colazione, perfetti con il tè o come merenda salutare post esercizio fisico.
Bisogna considerare infatti che il burro ha minimo l’80% di grassi (per legge) e la ricotta circa il 10%.
Calcolando che la ricotta compone per meno del 30% questo dolce, calcolando anche che il rapè di cocco (11% del dolce) contiene circa un 50% di grassi vegetali possiamo dire che la percentuale totale di grassi, animali e vegetali di questo dolce sia del 8% circa. Se si conta che una delle merendine meno farcite del mondo come il kinder colazione più “vanta” il 21% di grassi  e dei cracker si attestano intorno al 15% direi che non è affatto male, soprattutto calcolando che ha solo il 3% di grassi di origine animale.

Insomma i fracoccoli sono dei dolcetti che fanno bene allo spirito ed al cuore e se proprio non vi piacciono le fragole o non riuscite a reperirle potreste farli anche senza oppure per farli ancor più buoni per il cuore e “medievalmente corretti”, sostituire il rapè di cocco con farina 00 e le fragole con nocciole spezzettate grossolanamente. Saranno comunque buonissimi ed ancor più adatti a chi ha problemi con il colesterolo.


Questo è tutto spero che vi siano piaciuti che vi piacerà rifarli e come sempre per domande, dubbi, proposte e per mandare le foto dei vostri lavori scrivetemi qui o sulla pagina facebook di sweet&geek.

 

(Per l’ispirazione iniziale si ringrazia Paolera di cookaround con la sua torta di ricotta)

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.