Biscotti Signore degli Anelli – una bomboniera originale

Biscotti signore degli anelli

Non sapete cosa regalare come ricordo della vostra festa? I biscotti Signore degli Anelli potrebbero essere un’idea perfetta. O per lo meno sembra che lo sono stati per chi me li ha richiesti, ben due volte.
Credo di non dover spiegare a nessuno cosa sia la porta di Casa Baggins o l’Occhio di Sauron da queste parti ma magari la carrellata di creazioni potrebbe ispirarvi! Ho deciso di riportare anche la ricetta della pasta frolla utilizzata e se siete curiosi di vedere le diverse varianti sul tema “foglie di Lorién” (si proprio quelle che non cadono a caso) non vi resta per saltare il break!

lord-fo-the-rings-cookie

Ricetta pasta frolla usata per i Biscotti Signore degli Anelli

  • 750 (500) g farina per dolci
  • 360 (240)g zucchero
  • 150(100)g latte (o acqua)
  • 1 cucchiaino essenza naturale di vaniglia

Se volete approfondire la conoscenza di pasta frolla e sue varianti vi consiglio l’esauriente, completo e comodo (anche se un po’ prolisso) articolo de Ma che bontà e questo non solo perchè Clelia è un’amica ed un’ottima cuoca, ma proprio perchè chiarisce molti dubbi sull’argomento. Io ho scelto di non usare tuorli nè spennellare i biscotti per ottenere un colore quanto più possibile chiaro e neutro per la colorazione (il tuorlo fa virare tutti i colori al bruno e le foglie di Lorién non possono certo sembrare cadute per l’autunno no?)
Inoltre come potete notare in questa foto ho mescolato 3 possibili stili di decorazione: pittorica/in pasta di zucchero lavorata, con stampa su pasta di zucchero e biscotto sagomato.

lothlorien-leaf-cookie

Questa è la ragione per cui ho buttato via qualcosa come quattro infornate di biscotti. Per realizzare le foglie di Lorién con le giuste venature ho colorato con una punta di colorante in gel verde la pasta frolla, l’ho lavorata il meno possibile e poi l’ho stesa molto sottile (3mm circa) usando lo stesso tagliapasta a esplusione ad edera  che adopero per la pasta di zucchero (occhio che poi si impreca parecchio a lavarli). Dopo di che l’unica è piantonare il forno perché un minuto avanti e indietro fa la differenza. Nel mio forno si sono cotti in circa 7 minuti. Dopo di che ho usato il colorante alimentare argento diluito con alcool per ripassare contorni e venature e un po’ di pasta di zucchero per completare il fermaglio, fissandolo con una goccia di colla alimentare o gelatina. Indubbiamente i biscotti più eleganti ma anche più delicati da realizzare.

biscotti-signore-degli-anelli

Tecnica diversa per il biscotti con la porta di Moria (dite amico e mangiate) e lo stemma di Gondor. In questo caso si tratta di una stampa (con colorante alimentare) su pasta di zucchero successivamente colorata a mano con colori alimentari metallizzati. Inoltre per ritagliare i biscotti a misura ho preparato le sagome su carta forno lavorando con un bisturi alimentare onde avere la maggior aderenza possibile fra decoro e supporto.
Questa soluzione è la più costosa ma anche la più semplice per chi non ha una grandissima manualità.
Non bisogna però farsi trarre troppo in inganno: maneggiare i fogli di pasta di zucchero così sottile può riservare brutte, brutte sorprese e anche quando si passa il colorante alimentare bisogna stare attenti a non passare sulla parte “scritta” o si rischia di farla apparire scolorita.

sauron-cookie

 

Discorso ben diverso per il biscotto Occhio di Sauron (tralasciando che se la mia sopravvivenza dovesse mai dipendere dalla mia capacità di scattare una foto decente farei prima a scegliere modello e colore della bara) che si può realizzare con un qualsiasi coppapasta rotondo e lavorando di pennello. I colori usati sono stati giallo, rosso, marrone e nero, tutti coloranti in gel. L’importante è ricordarsi di andare via via scurendo, segnandosi bene i punti che devono rimanere più chiari e colorando per ultima la pupilla. E avere un bel po’ di tempo per far asciugare il pezzo fra una passata e l’altra (altrimenti le strisce si pasticciano).
Potrebbe non sembrare ma è in assoluto il più facile da fare, se uno ha dei pennarelli alimentari per colorare la base rossa poi potrebbe risparmiare parecchio tempo.

hobbit-cookie

 

Tutto il tempo speso a realizzare la porta per la Torta Casa Baggins mi ha lasciato una notevole affezione per la sua porta. Ora è vero che non serve grande strumentazione per realizzarla (bastano due tagliapasta tondi) ma per rendere realistiche le scanalature delle tavole e soprattutto quelle dei mattoni è per me indispensabile  uno strumento per modellare la pasta di zucchero di cui ignoro il nome  ma che nella foto qui sotto è il secondo da destra.
fonte: http://media.gustoblog.it/

Per la colorazione, che in questo caso è essenziale per evitare l’effetto plastica ho usato normali “lavature di inchiostro” prima su porta e contorno separati e poi con un’ultima passata una volta uniti (e se vi siete persi il mio tutorial su come colorare la pasta di zucchero vi consiglio di rimediare perchè quei dieci minuti in più fanno davvero la differenza anche su pezzi semplici)

Inutile specificare come i biscotti con le foglie di Lorién siano molto più semplici da fare, ma richiedono oltre all’espulsore un certo tempo. Occorre che si secchi la foglia e poi incollare con una micro goccia di gel o di colla alimentare la parte “fermaglio”  e solo alla fine ripassare i dettagli con il colorante alimentare bianco perla. Un po’ lungo ma si ha il vantaggio di un biscotto più semplice, con meno orpelli e quindi più gradito al gusto di chi non ama i sapori eccessivamente dolci, ma anche un po’ più rustico nell’aspetto. Anche per minimizzare questo effetto ho tracciato almeno il bordino color oro.

Tutte le decorazioni sono state fissate con un apposito gel alimentare, ma voi potreste usare colla alimentare (acqua e gomma arabica ad esempio) o semplice glassa.

biscotti-nerd

Bene questo è come si presentavano i miei biscotti Signore degli Anelli accanto a quelli a tema Trono di Spade una volta impacchettati e sistemati sul vassoio (erano proprio due giornate di lavoro diverse, ecco perché non ci sono tutti).
Oltre che come bomboniera mi sono trovata a realizzare di questi biscotti anche per fare un regalo di compleanno e potrebbero rivelarsi un’idea economica e molto golosa per stupire a natale i vostri amici geek che magari non apprezzerebbero i pand20 (eretici) non giocando a D&D (doppiamente eretici)

Spero che questo post vi sia piaciuto e che possa esservi di ispirazione per le vostre creazioni. Nonostante la faticaccia (e le foto pessime) io posso dirmi molto soddisfatta del mio lavoro e come sempre per ogni domanda, dubbio, suggerimento o per condividere i vostri lavori a tema potete scrivere qui o sulla pagina facebook di Sweet&Geek e vi risponderò il prima possibile!

Comments

One thought on “Biscotti Signore degli Anelli – una bomboniera originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.